Venerdì, 20 Luglio 2012 15:32

In memoria di Vittorino Ioannes

Scritto da  Gerardo

Mentre ne stavo rintracciando l'indirizzo e-mail, apprendo che Vittorino Ioannes è scomparso.
Se ne è andato un grande personaggio e, per me, un grande amico. (A.N.)
Nel seguito, oltre al breve comunicato, una nota biografica di padre Vittorino.





Il giorno 23 aprile 2012, solennita’ di San Giorgio megalomartire, i santi e martiri del signore hanno accolto nel regno dei cieli fra' Fernando Vittorino Joannes dell’ordine dei frati minori, assistente spirituale dell’associazione culturale italiana per l’oriente cristiano, sezione “SS. Ambrogio e Basilio” di Milano.
Sia sempre benedetta la tua memoria, padre e amico, fratello e maestro.
ETERNA LA TUA MEMORIA!

"... di essi non era degno il mondo" (Lettera agli Ebrei, 11, 38)



PADRE VITTORINO: UNA VITA PER CRISTO

Fr. Vittorino nasce a Gavardo (BS) il 9 agosto 1931. Nella chiesa parrocchiale di s. Giovanni Battista in Rezzato, viene battezzato con il nome di Fernando il 23 agosto 1931.

Ragazzo, mosso dal desiderio di donare tutta la sua vita a Dio, entra nel seminario diocesano di Brescia, dove rimane fino alla terza ginnasio. Chiede poi di diventare membro dell’Ordine dei Frati minori. Nell’anno scolastico 1946-47 è a Saiano e l’anno successivo a Cividino per sperimentare la vita dei Frati e continuare gli studi.

Entra ufficialmente nell’Ordine dei Frati Minori nella Provincia di Lombardia S. Carlo Borromeo iniziando a Rezzato, l’anno del noviziato il 12 agosto 1948 e assume il nome di fr. Vittorino a ricordo di Monsignor Facchinetti, Vescovo di Tripoli.

Il 14 agosto 1949, emette la Professione temporanea e il 4 novembre 1953, nelle mani di fr. Tommaso Anderloni, delegato del Ministro Provinciale, emette i voti solenni. Il 25 febbraio 1956, a Milano, è ordinato diacono e il 28 giugno dello stesso anno è ordinato sacerdote da sua Em.za il Card. Giovanni Battista Montini, arcivescovo di Milano.

Dopo l’ordinazione è inviato a Roma presso il Pontificio Ateneo Antonianum per la specializzazione in Teologia Dogmatica. Conclusi i corsi molto positivamente é assegnato al Convento di Busto Arsizio dove, assume dal settembre 1960 l’ufficio di Lettore in Teologia Dogmatica, vice-maestro di formazione dei chierici e Assistente del gruppo di Milano dell’Istituto Secolare delle Missionarie della Regalità.

Nel settembre 1962 ritorna a Roma per completare gli studi. Mons. Bonifacio Bertoli, vescovo di Tripoli, lo assume in qualità di teologo assistente, per i lavori del Concilio Vaticano.

Dopo aver partecipato al Concilio Vaticano II in qualità di perito, ha lavorato per vent'anni al Centro di documentazione internazionale e interconfessionale, con incarichi di collegamento con le Università teologiche protestanti e ortodosse. Tra il 1964 e il 1976 ha diretto per Mondadori la collana di opere saggistiche IDOC - Documenti nuovi (52 volumi tradotti in otto lingue); in seguito ha diretto per Rizzoli la collana in 12 volumi “Le grandi religioni”. Tra le sue opere organiche ricorderemo: Per conoscere sant'Agostino, Sinai, L'ebraismo, L'uomo del Medioevo, I. S. Bach il Cantor.

Negli anni ’64-’65, rientrato in Provincia è assegnato alla Comunità di S. Ferdinando dei Cappellani dell’Università Bocconi, fino alla sua chiusura.

Ritorna nuovamente a Roma, ospite dalle sorelle clarisse di via Vitellia, per elaborare e difendere la tesi per il Dottorato in Teologia Dogmatica. Nel frattempo frequenta i corsi di Liturgia, di Patrologia e di Liturgie Orientali, e un corso di specializzazione in Teologia ecumenica presso la Facoltà Teologica Evangelica di Roma.

In questi anni collabora alla rivista internazionale di Teologia “Concilium” e presta la sua opera presso il Centro Internazionale di Documentazione sulla Chiesa Contemporanea (IDOC), entrando in contatto con i più importanti teologi e i presidenti delle Conferenze episcopali di tutto il mondo. All’IDOC cura e lavora nella redazione ed è incaricato per i contatti con la stampa, la radio e la televisione, come consulente specialista per i temi teologici. Inizia pure la consulenza con alcune case cinematografiche e collabora alla realizzazione di diversi programmi televisivi e audiovisivi per le televisioni olandese, francese e tedesca. Ha curato speciali serial televisivi sulla storia e archeologia biblica, dove ha espresso il suo amore e la sua competenza per la conoscenza della Terra Santa. Con la sua eccezionale conoscenza di lingue antiche e moderne, inizia una intensa attività di traduzione, presentazione e pubblicazione di libri di teologia in italiano, inglese, tedesco, olandese, francese, portoghese, spagnolo e polacco per importanti case editrici.

Relatore assai apprezzato tiene numerose conferenze in Italia e all’estero; si dedica anche ad un’ampia attività giornalistica, su quotidiani e periodici, e come osservatore delegato ai congressi dell’UNESCO, della FAO. Collabora con il Ministero degli Affari esteri e dell’Istruzione per lo studio dell’emigrazione italiana e del problema della droga. Appassionato e competente musicologo ha scritto e tenuto lezioni (università della Terza età 1998-2000) e interventi e scritti in particolare sulla musica religiosa del 1300-1400, di Bach e di Mozart.

Dal 1999 Fr. Vittorino celebra costantemente, accanto a Mons. Enrico Galbiati, in rito bizantino nella diocesi di Milano per i fedeli provenienti dalle Eparchie di Piana degli albanesi e di Lungro. Per questo ha ottenuto dalla Congregazione per le Chiese orientali il permesso di celebrare nel rito orientale. Dal 2001, in virtù della competenza e dell’amore da sempre nutrito per la tradizione delle Chiese d’Oriente, è Assistente Spirituale della sezione di Milano dell’Associazione Culturale Italiana per l?oriente Cristiano (ACIOC), nata per testimoniare e far conoscere, attraverso celebrazioni liturgiche e iniziative culturali, il patrimonio della Chiesa Bizantina.

Fr. Vittorino ha lavorato intensamente ed ha donato la sua amicizia e la sua attenta carità, fino agli ultimi mesi, quando la già fragile salute si è aggravata e la vista si è andata spegnendo. Il 23 aprile 2012, amorevolmente accudito dalle Sorelle fr. Vittorino celebra la sua Pasqua e restituisce la propria vita al Padre delle misericordie.

Letto 1938 volte
Vota questo articolo
(7 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici