Giovedì, 09 Gennaio 2020 20:50

Recensione sulla conferenza di Valentina Cappelletti sulle politiche migratorie in Messico

Scritto da 

Trasmettiamo, corredata da fotografie, la recensione di Giuseppe Picone alla conferenza di Valentina Cappelletti, dal titolo «Politiche migratorie in Messico fra emigrazioni e immigrazioni», che si è tenuta lo scorso sabato 28 dicembre 2019 nella sede del CISRECO.

Breve recensione illustrata della conferenza di Valentina Cappelletti

 

Il CISRECO ha sempre avuto una particolare attenzione alla America Latina e al Messico. Approfittando della presenza in San Gimignano della concittadina Valentina Cappelletti, valente antropologa culturale che da circa un decennio lavora in varie località della frontiera fra Messico e USA sui problemi dei migranti ed attualmente è ricercatrice al Colegio de la Frontera Norte di Tijuana, abbiamo organizzato “al volo”, come si dice, una conferenza dal titolo “Politiche migratorie in Messico fra emigrazioni e immigrazioni”.

La nostra ricercatrice è stata introdotta da Arnaldo Nesti, direttore scientifico CISRECO, dopo un caloroso saluto niente affatto formale di Carolina Taddei, assessora alla cultura del Comune di San Gimignano.

Il Direttore del CISRECO ha ricordato non solo la sua personale esperienza messicana, ma soprattutto gli intensi rapporti avuti con la Università Metropolitana di Città di Messico per il tramite del compianto professore Enzo Segre Malagoli. Il Messico è stato per il CISRECO e soprattutto per la Summer School on Religion la sponda ideale del Mediterraneo “de allà”, dell’altro mediterraneo.

Ma veniamo alla nostra giovane ricercatrice.

Valentina Cappelletti, sangimignanese con un pregevole curriculum: una Laurea Triennale in Storia Tradizione e Innovazione con curriculum etno-antropologico; una Laurea Specialistica in Antropologia Culturale ed Etnologia all´Università di Siena; un Dottorato in Scienze Sociali al Colegio de la Frontera Norte di Tijuana (Messico). Recentemente il suo lavoro decennale è stato riconosciuto con l’aggiudicazione del premio "Ruggero Ricci" per tesi dottorale 2019, premio conferito dalla Società italiana di Antropologia Applicata.

Partendo dalla propria traiettoria di ricerca in Messico dal 2010 ad oggi, Valentina Cappelletti ha incentrato la relazione sulla transizione da uno stato di emigrazione a uno stato di immigrazione che sta vivendo attualmente il Messico, nel contesto della nuova amministrazione federale di Manuel López Obrador e di quella statunitense di Donald Trump. Dopo aver affrontato l`evoluzione dell`applicazione a Zacatecas del celebre Programa 3x1 para Migrantes, simbolo della politica di emigrazione messicana, ha delineato le sfide che si stanno presentando nella gestione delle carovane migranti e di un flusso inedito di richiedenti asilo provenienti dagli altri paesi del Centro America, ma anche dal Sud America.

In questo excursus sono risultate evidenti le analogie fra la situazione messicana e quella italiana. E non solo riguardo al problema delle immigrazioni. Le numerose domande e gli interventi del pubblico hanno fatto sì che la conferenza si sia trasformata nella seconda parte in una aperta e franca discussione sulle assurdità dei muri, sulla lotta alla povertà e sulle gravi diseguaglianze sociali che dominano in ogni parte del mondo e che provocano tali enormi spostamenti dai paesi poveri a quelli più ricchi.

Giuseppe Picone

 

Valentina Cappelletti

 

Carolina Taddei, Assessore alla Cultura, porta il saluto del Comune di San Gimignano

 

Arnaldo Nesti durante la presentazione della conferenza

 

Il pubblico presente in Sala Tamagni

 

Centro Internazionale di Studi sul Religioso Contemporaneo
C.P. 11 – Via San Giovanni, 38 – 53037 San Gimignano (SI)
Tel.: 0577 906102 (fax 0577 990381)
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Web: www.asfer.it 

Letto 80 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici