Martedì, 08 Novembre 2016 21:08

Verso la costituzione della European Academy of Religion (EuARe)

Scritto da 

Lunedì 5 dicembre 2016, a Bologna, si terrà un incontro volto a dare avvio alla European Academy of Religion (EuARe). Carlos Moedas, Commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione, pronuncerà il discorso di apertura (alle ore 11), alla presenza di Ministri e Delegati ministeriali provenienti dai diversi paesi europei, del Rettore dell’Università di Bologna e di alcuni altri suoi colleghi Rettori e Presidenti.
Nel seguito, la lettera di presentazione di Alberto Melloni.

EU/ARe - Bologna, 5 dicembre 2016 

Illustre Direttore di Religioni e Società, 

questa (lunga) lettera è indirizzata a tre generi diversi di destinatario: alcuni di noi sono studiosi che lavorano con gli strumenti della ricerca sull’esperienza religiosa in tutti i suoi aspetti; alcuni di noi servono in una delle numerose associazioni, redazioni, società e accademie che riuniscono professori e studenti nelle stesse aree disciplinari; alcuni altri sono membri di centri di ricerca e dipartimenti che hanno arricchito la comunità accademica europea con le loro ricerche e competenze. 

A ciascuno di voi – storici e esperti di diritto, filosofi e sociologi, psicologi ed esegeti, esperti nel campo dell’arte e della scienza, teologi e filologi – vorremmo indirizzare il nostro invito. 

Vi invitiamo a Bologna, lunedì 5 dicembre 2016, per incontrarci con il Commissario europeo per la ricerca e l’innovazione Carlos Moedas e altre autorità della politica e dell’accademica europea per dare avvio alla European Academy of Religion (EuARe). 

Ciascuno di noi sa quanto il tema delle religioni e delle convinzioni domini oggi l’attenzione della pubblica opinione e che spesso questo accade senza troppo riguardo per l’esistenza di tutte le comunità scientifiche impegnate nel settore, talora nella convinzione che una singola disciplina possa occuparsi da sola di tutte le diverse questioni culturali coinvolte. 

La crescente sensibilità riguardo le religioni e le convinzioni, benché spesso priva degli strumenti critici adeguati, si riflette nelle istituzioni accademiche. Numerosi, generosi e significativi sono i programmi che offrono ai decisori politici tutta la documentazione adeguata, che tuttavia si rivelano per la gran parte inefficaci ad attrarre fondi per l’avanzamento della ricerca. 

Ciò è provato dal fatto che molti di noi si incontrano a sessioni di conferenze come quelle dell’American Academy of Religion e possono testimoniare il contributo significativo offerto dalla ricerca europea, che, ciononostante, rimane invisibile a coloro che gestiscono importanti strumenti di finanziamento e gruppi di ricerca sulle fedi in Europa. 

Dopo la lunga serie di occasioni condivise anche con voi e un’accurata esplorazione del campo (cominciata molti anni fa con alcuni programmi di ricerca e attività di networking), abbiamo deciso di sottoporvi questo invito. 

L’incontro sarà un’opportunità per rendere visibili alle più alte autorità europee nel settore della ricerca la presenza e il ruolo degli studiosi nelle diverse e numerose discipline: se un numero congruo di società, centri di ricerca e studiosi nazionali e transnazionali lo crederà opportuno, potremmo dare avvio a una esperienza di scambio e di studio che può offrire risorse e sfide alla nostra ricerca. 

In linea di principio, lo Statuto dell’Accademia – che potrebbe essere scritto da un piccolo gruppo di esperti – potrebbe essere simile a quello dell’American Academy of Religion e prevedere, tra le tante attività, una conferenza primaverile dove i membri collettivi e individuali interessati si riuniscano per condividere una esperienza di fiducia e interesse reciproci.

Il Commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione Carlos Moedas sarà presente all’incontro, mentre la partecipazione di altri membri della Commissione e delle DG sarà confermata nelle prossime settimane. Crediamo che la presenza del Commissario Moedas sia il più alto riconoscimento al quale potremmo ambire, e sarà lui a pronunciare il discorso di apertura di lunedì 5 dicembre alle 11, insieme ai Ministri e ai Delegati ministeriali provenienti dai diversi paesi europei, il Rettore dell’Università di Bologna e alcuni altri suoi colleghi Rettori e Presidenti. 

Chiunque voglia contribuire alla discussione generale, in programma per le 12, può farlo inviando in anticipo un breve testo che sarà distribuito all’assemblea. Dopo il pranzo ci saranno tre sessioni parallele, dalle 14 alle 16 circa, nelle quali si discuteranno lo Statuto, la pianificazione delle conferenze e le strategie di disseminazione della proposta. L’incontro si concluderà alle 17, con il discorso delle autorità e la firma di una dichiarazione comune di intenti. I partecipanti saranno liberi di prendere i loro voli di ritorno dopo le 17.30-18 o di trattenersi nostri ospiti per una cena di festeggiamento e un concerto. 

Il servizio navetta tra l’aeroporto e il centro di Bologna e i pasti saranno offerti a tutti i partecipanti. Il Dipartimento FSCIRE sarà lieta di offrire assistenza a coloro che avranno necessità di una sistemazione alberghiera. Per registrarsi è a disposizione un form in fscire.it 

Le chiediamo gentilmente di aderire all'iniziativa partecipando di persona e/o offrendo l'adesione dell'Istituzione che rappresenta. 

In attesa di una vostra risposta a questo invito, vi prego di accettare, distinti colleghi, i miei più cordiali saluti. 

Alberto Melloni

 

Letto 1531 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici