Martedì, 04 Maggio 2010 19:54

Un'azione collettiva per l'abolizione delle armi nucleari

Scritto da  Gerardo

Il Movimento per la società di giustizia e per la speranza ha preparato questo intervento sul Pres. Obama per l'abolizione delle armi nucleari, per il quale chiede aiuto nell'invio e nella diffusione.
Il documento può sempre essere fatto proprio e anche mutato.
Nel seguito, il documento (in italiano e in inglese) e gli indirizzi a cui inviarlo.
Buona lettura!



MOVIMENTO PER LA SOCIETÀ DI GIUSTIZIA E PER LA SPERANZA
(Lecce)

To the President of the United States Barack Obama
to the Vice President Joe Biden
to the Secretary of State Hillary Rodham Clinton

Collective action for the abolition of nuclear weapons

The goal that President Obama had mentioned in his speech in Prague, a world without nuclear weapons, must not be postponed but it must be immediately undertaken.

A first step was taken, the Start 2 agreement signed in Prague, but we must move on quickly to the abolition of all nuclear weapons, because the very existence of these weapons, this possibility of destruction, is a disgrace for humanity. It is a crime for those who conceived and implemented these weapons, as it is for those who still believe they can use them.
The fact that civilized nations like the U.S. and Russia have produced and hold thousands of nuclear warheads, when one thinks of the destructions one single atomic bomb caused in Hiroshima, seems to be an index of collective madness.
President Obama has to take action, involving all the nations that have nuclear weapons or are making them, like Iran. This may be the most important action of his entire mandate, the most significant action, the most beneficial for humanity, the most decisive for the advent of peace, because this may be followed by the other final action, total disarmament.

War, the most heinous crime of human history
, intentional, organized, scientifically developed human slaughter, mass murder, this abomination must stop. And the time has come, after the disastrous experience of two world wars, after the equally disastrous experience of two wars in Afghanistan and Iraq, two endless wars, which the U.S. have caused – or a part of the U.S., the Right, President Bush’s gang, who to strike Iraq deceived his people and the world (the false existence of weapons of mass destruction and of Al Qaeda bases).

President Obama has opened a great hope for humanity, hope that should not fail but must grow: that hope must not be disappointed.
In the name of this hope we urge you to seek and reach even higher goals of peace.

Lecce, 5-3-2010
For the Movement the Chairman
Prof. Arrigo Colombo

Arrigo Colombo, Centro interdipartimentale di ricerca sull’utopia, Università di Lecce
Via Monte S.Michele 49, 73100 Lecce, tel/fax 0832-314160
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo./ Pag web http://digilander.libero.it/ColomboUtopia


(testo italiano)
Un’azione collettiva per l’abolizione delle armi nucleari

L’obiettivo che il Presidente Obama aveva indicato nel suo discorso di Praga, di un mondo senza armi nucleari, non dev’essere rinviato ma subito intrapreso.

Un primo passo è stato fatto, ed è l’accordo Start 2 siglato a Praga; ma bisogna andare rapidamente verso l’abolizione di ogni arma nucleare. Perché l’esistenza stessa di quest’arma, di questa possibilità di distruzione, è un obbrobrio per l’umanità; è un crimine per quelli che la concepirono e l’attuarono, come per quelli che ancora adesso ne ritengono possibile l’uso.
Il fatto che popoli civili come gli USA e la Russia abbiano fabbricato e detengano migliaia di testate nucleari, quando si pensa a quali distruzioni una sola bomba atomica ha provocato a Hiroshima, sembra essere un indice di follia collettiva.

Il Presidente Obama deve avviare un’azione, che coinvolga tutte le nazioni che dispongono dell’arma nucleare, o che la stanno realizzando, come l’Iran. Può essere questa l’azione più importante dell’intero suo mandato. L’azione più significativa, la più benefica per l’umanità, la più decisiva per l’avvento della pace. Perché a questa potrà seguire l’altra e definitiva azione, cioè il disarmo totale.

La guerra, il crimine più atroce dell’intera storia umana, il macello umano, l’omicidio di massa, intenzionale, organizzato, scientificamente sviluppato, questo obbrobrio deve cessare. E il momento è giunto, dopo la disastrosa esperienza della due guerre mondiali; dopo l’altrettanto disastrosa esperienza delle due guerre d’Afghanistan e d’Iraq, due guerre senza fine, che proprio gli USA hanno scatenato – o una parte di essi, la Destra, la gang del Presidente Bush, che per colpire l’Iraq ha ingannato il suo popolo e il mondo intero (la falsa esistenza di armi di distruzione di massa, e di basi di Al Qaeda).

Il Presidente Obama ha aperto una grande speranza per l’umanità; speranza che non deve venir meno ma deve accrescersi; speranza che non dev’essere delusa.
In nome di questa speranza noi lo esortiamo a mirare e raggiungere obiettivi di pace ancora più alti.



Gli indirizzi

Pres. Obama
www.whitehouse.gov - Cliccare "Contact us", inserire i dati personali e il testo inglese (non gli indirizzi in fondo, inutili, e superano le 2500 parole-spazi); è l'unica via.

Vice Pres. Biden andare su Vice President e, in basso, "Contact us" allo stesso modo.

Hillary Clinton
www.state.gov – "Contact us", poi "E-mail a question", inserire allo stesso modo.


Un saluto fraterno da Arrigo Colombo



Letto 694 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici