Martedì, 29 Novembre 2011 19:11

Corrado Corghi su Lucio Magri

Scritto da  Gerardo

Tramite il prof. Arnaldo Nesti, l'illustre amico prof. Corrado Corghi ci ha trasmesso questo messaggio telefonico come segno di affettuoso e rispettoso cordoglio per la dolorosa scomparsa di Lucio Magri.
A seguire, pubblicheremo l'intervento, in memoria, del nostro Direttore, Arnaldo Nesti.
Stay tuned!



"Apprendo con vero smarrimento la notizia della scomparsa di Magri. I miei rapporti con lui risalgono al tempo del congresso della Dc: a Napoli, nel giugno 1954. Come è noto fu l'ultimo congresso della DC con De Gasperi. In quella occasione io fui eletto giovane trentenne
consigliere nelle file di "Cronache nuove" (fanfaniani) e Lucio Magri invece, con Chiarante, Granelli e altri, fu eletto, giovanissimo, consigliere nelle file della Base guidata da Mattei. Nel mese
successivo fu convocato il nuovo Consiglio nazionale che elesse segretario Amintore Fanfani. Partecipando ai lavori del Consiglio svolgendo la funzione di scrutatore De Gasperi mi fece cenno di avvicinarsi. Chiamandomi da una parte mi disse che sarebbe stato contento di incontrarmi con i giovani consiglieri, alcuni dei quali vestivano in modo sportivo e non rituale come l'occasione
richiedeva, facendo riferimento al giovane Chiarante. Sperava dopo essere rientrato nel suo Trentino che dopo alcune settimane si sarebbe potuto riprendere, recuperando un buono stato di salute.
Mi chiese di telefonargli durante il mese di agosto, così mi avrebbe fatto sapere come si poteva organizzare l'incontro. Mi disse che ci teneva perché non riusciva a conoscere le ragioni dell'adesione di quei giovani ad un partito come la DC. Amava conoscere e confrontarsi anche
per trasmettere aspetti della memoria storica alle nuove generazioni.
Dopo il 20 di agosto mi decisi a telefonare. Mi rispose però l'On. Piccoli per dirmi che durante la notte l'On. De Gasperi era spirato. Andai Trento però l'incontro desiderato non si poté fare. Approfittai di salire sul teno che accompagnava De Gasperi nel suo pellegrinaggio di stazione in stazione per rientrare a Roma. Alcuni anni dopo, nel 1968 io lasciavo la DC.
Lucio Magri nel frattempo era approdato al PCI, da cui sarebbe stato radiato nel 1969. Lo rividi, anni dopo a Milano. Era insieme a Rossana Rossanda, alla Castellina e a Chiarante. Ne ho sempre conservato un'alta considerazione... Oggi ne piango la scomparsa".
(Corrado Corghi)

Letto 817 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici