Martedì, 14 Febbraio 2012 23:12

Guido Fanti e l'avvento delle regioni in Italia

Scritto da  Gerardo

Pubblichiamo con piacere una dichiarazione del prof. Corrado Corghi sulla figura di Guido Fanti, che arricchisce le pagine della nostra storia repubblicana e in particolare illumina aspetti degli effettivi rapporti fra Democrazia Cristiana e Partito Comunista Italiano ben al di là di una rissosa lettura caratterizzata dal primato dell'anticomunismo viscerale.
Grazie, prof. Corghi, anche di questa bella pagina di storia civile. (A.N.)



"La morte di Guido Fanti, avvenuta in questi giorni a Bologna, mi fa ricordare il raro incontro che ebbi con lui e con i responsabili del partito, rappresentanti del governo nazionale, per preparare la costituzione del inter regione.
Ero in quel tempo segretario regionale della DC, mentre Fanti era sindaco di Bologna. Con l'approvazione del comitato regionale portammo avanti l'idea di costituire un istituto o un centro per verificare la situazione economica e sociale dell'Emilia Romagna, per preparare l'avvento della regione, fortemente ostacolata dalla destra DC, che temeva la maggioranza comunista in Emilia Romagna, Umbria e Toscana.
Cosi, con Fanti fu portata avanti e poi a compimento dal mio successore Ermanno Gorrieri nel 1966, preparando cosi una cosiddetta regione consiliare. Quando si poté costituire la regione con elezioni democratiche, Gorrieri fu eletto consigliere e Fanti Presidente."
(C.C.)
Letto 436 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici