Mercoledì, 27 Giugno 2012 19:35

Per capire il Paraguay ora

Scritto da  Gerardo

Sul blog Calle 23, segnaliamo un interessante e preciso intervento, dal titolo Il Paraguay ed il suo precario equilibrio.
A far da contraltare, le penose affermazioni del Vaticano, che plaude al nuovo corso, con l'imbarazzante Lugo che dunque "non è più un problema".
Nel seguito, approfondimenti e link di riferimento.


Da Calle23 apprendiamo che la situazione politica in Paraguay è complessa, instabile ed in continua evoluzione.
Da una parte Lugo: dopo 60 anni di dominio interrotto del Partido Colorado, compresa la dittatura di Alfredo Stroessner (1954-1989).
Dall'altra lo sconfitto Partido Colorado, l'ex generale Lino Oviedo esponente del partito di destra UNACE ed il vicepresidente Federico Franco che guida il Partido Liberal Radical Auténtico.
Lo scontro tra i due schieramenti e le relative voci di golpe in Paraguay sono nati dalle scelte di Lugo, che stava cercando di riformare lo Stato a favore della popolazione più povera.

Angelo D’Addesio, in linkiesta.it, parla dell’impeachment-"golpe morbido" contro Fernando Lugo, definendolo una soddisfazione che il Vaticano aspettava da tempo e che non ha fatto niente per nascondere.
Per inciso, il Vaticano è il primo degli unici tre stati al mondo a riconoscere il nuovo governo del paese sudamericano e caldeggiando da subito con i vescovi del paese l’uscita di scena del presidente.

Letto 710 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici