Sabato, 09 Maggio 2020 18:32

Ricordo di Franco Cordero

Scritto da 

Vogliamo ricordare un grande maestro, amico della Summer School. Ancora ce l'ho negli occhi mentre argomenta stando al centro del Teatro di San Gimignano. Peccato che siano passati molti anni. Un ricordo affettuoso vada anche alla sua gentilissima signora, Maria Teresa (a.n.). A seguire, le parole di Giuseppe Picone e un ulteriore approfondimento in rete.

Franco Cordero non era solo un grande giurista, un raffinato storico (basterà ricordare l'opera dedicata al Savonarola in quattro ponderosi volumi), un romanziere, un polemista e intellettuale impegnato, ma anche uomo generoso e di grande affabilità. Lo ricordiamo con affetto e nostalgia quando nell'agosto del 2007 venne a San Gimignano a tenervi la prolusione alla XIV Summer School: il titolo "La lingua di Adamo". La si può leggere nel volume degli atti "Babele e dintorni" edito da Mauro Pagliai Editore nel 2008, ed è una invettiva sull'arroganza del potere dogmatico. Il tema di una vita: da quando fece causa alla Università Cattolica di Milano nel 1974 in seguito alla esclusione dall'insegnamento per motivi ideologici alla battaglia contro l'oscurantismo berlusconiano".

 

Leggi anche: Franco Cordero morto, addio al giurista e scrittore che paragonò Berlusconi al caimano (Il Fatto Quotidiano)

 

Letto 134 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici