Venerdì, 18 Dicembre 2015 20:21

Palingenesi e metempsicosi in due racconti di E.A. Poe

Scritto da  Gerardo

Con piacere, pubblichiamo l’incipit di un nuovo lavoro di Ezio Albrile, dal titolo Cerimonie segrete. Palingenesi e metempsicosi in due racconti di Poe, apparso negli Archivi di Studi Indomediterranei, V (2015).
Nel seguito, il testo e l’intero paper da scaricare.




CERIMONIE SEGRETE
Palingenesi e metempsicosi in due racconti di Poe
I figli attestano il passaggio dalla condizione di generato a quella di generante, mentre la loro crescita, quando raggiungono l’etaÌ€ adatta per generare a loro volta, segna inevitabilmente il principio di una decadenza fisica, fase che si conclude con la morte. Le generazioni si avvicendano nel tempo: la madre si riflette nella figlia, la vita dell’una diventa la vita dell’altra, la morte sembra scomparire. Di conseguenza se il padre non accetta che la figlia recida definitivamente il legame con lui, il tempo puoÌ€ essere arrestato, «coagulato»: puoÌ€ illudersi di creare un tempo ciclico, in cui la madre, la figlia e la sposa sono unite in una sola figura.


Da qui puoi scaricare Cerimonie segrete. Palingenesi e metempsicosi in due racconti di Poe

Letto 1001763 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

2515 commenti

Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici