Mercoledì, 30 Giugno 2021 12:51

COVID-19 e nuove povertà. Appello per una patrimoniale dal basso

Scritto da 

È attiva da circa un mese l'iniziativa "Pistoia nessuno si salva da solo", un nome con il quale si intende proporre un’azione di solidarietà che sia anche indicazione di un percorso politico. La proposta è rivolta a chi manifesti disponibilità: devolvere una piccola percentuale del proprio reddito (o rendita) a beneficio di chi è in difficoltà. Di seguito il comunicato e le modalità di adesione.

“Pistoia nessuno si salva da solo”, gesto di solidarietà e segnale politico

COVID-19 E NUOVE POVERTA’: APPELLO DA PISTOIA PER UNA “PATRIMONIALE DAL BASSO”

“Pistoia nessuno si salva da solo”: con questo nome intendiamo proporre a tutti coloro che vorranno condividerla un’azione di solidarietà concreta che vorrebbe farsi anche indicazione di un percorso politico.

La nostra iniziativa nasce dalla consapevolezza che non usciremo né presto né facilmente dalla drammatica crisi innescata dalla recente pandemia da Covid 19. L’iniziale sollievo sul fronte sanitario lascia un doloroso strascico di costi sul piano economico. Un enorme numero di persone e famiglie si sono trovate improvvisamente prive di un presente e un futuro vivibile, con effetti devastanti non solo sui vissuti individuali ma anche sul tessuto sociale del nostro paese. Non dobbiamo infatti dimenticare che il diritto di tutti a vivere dignitosamente è uno dei capisaldi della democrazia. 

Di fronte a questa emergenza ci sembra di non poter rimanere inerti ma di dover immaginare forme nuove di aiuto e di condivisione, che indicano l’attenzione e la tensione verso una reale giustizia distributiva e che sentiamo in linea con i «doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale» richiamati dall’articolo 2 della nostra Costituzione come base della convivenza civile. 

Prendendo ispirazione da un’esperienza avviata alcuni mesi fa con successo a Pavia, proponiamo a chi gode di un reddito garantito o di una rendita di devolvere, a beneficio di chi si trova in difficoltà, una quota delle proprie entrate. Indichiamo il 5% mensile per un periodo minimo di 6 mesi (che può prolungarsi a un anno), o una percentuale anche minore, purché fissa e per un periodo di tempo continuativo, in base alle intenzioni e alle possibilità di ognuno.

Anche a Pistoia (come a Pavia) abbiamo chiesto a Caritas di raccogliere e distribuire gli aiuti, riconoscendo in questa istituzione gli strumenti, la professionalità e la credibilità per svolgere un compito tanto delicato e importante. I rendiconti dell’intera operazione saranno resi pubblici. 

Cosa distingue questa dalle tante forme di donazione già presenti e operanti in diversi ambiti laici e religiosi?

Nelle nostre intenzioni “Pistoia nessuno si salva da solo” acquista il valore di un segnale educativo e politico. Si tratta della proposta di una libera autotassazione da parte di persone che già contribuiscono alla spesa pubblica con il regolare pagamento delle tasse: una sorta di “patrimoniale dal basso”, come è stata chiamata, un’idea “scandalosa” in un paese, come l’Italia, in cui appare un tabù ipotizzare anche solo un minimo prelievo sui grandi patrimoni, mentre risulta addirittura largamente legittimata l’evasione fiscale.

“Pistoia nessuno si salva da solo” si pone come implicita contestazione di questo sentire comune. Vuole ricordare che le tasse pagate, non da tutti, sostengono, e in questo tempo difficile hanno sostenuto, i servizi – sanità e scuola per prime – a beneficio di tutti. Vuole suggerire che contribuire a costruire una comunità un po’ più solidale farà bene non solo ai più fragili ma renderà più salda, oltre che più giusta, la società in cui tutti viviamo.

Invitiamo chi condivide questo progetto a mettersi in contatto con noi, soggetti promotori, entro la fine di questo giugno, in modo da verificarne in tempi brevi l’effettivo interesse e le concrete disponibilità ad aderire. Questo è essenziale per comprendere su quante risorse poter fare affidamento e, di conseguenza, quando sarà possibile iniziare da parte di Caritas la concreta redistribuzione sul territorio pistoiese delle risorse così reperite. Notizie ulteriori su come si è operato a Pavia (e si intende procedere anche a Pistoia) si possono reperire sul sito di Caritas Pavia, in particolare a questo indirizzo: http://www.caritaspavia.it/2021/03/30/nessuno-si-salva-solo-3/

 

Modalità di adesione

Far pervenire a Caritas Diocesana all’ email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • per email (sostituibile da un'autocertificazione scritta)
  • Nome e Cognome di chi si impegna al versamento
  • progetto "Pistoia nessuno si salva sa solo"
  • riferimenti propri (telefono ed email)
  • quanto si impegna a versare mensilmente
  • quanto dura il versamento 
 

Per il versamento

Iban IT98 B030 6913 8301 0000 0005 117

indirizzato a Diocesi di Pistoia Fondo Solidarietà

causale "Pistoia nessuno si salva sa solo"

 

Si può anche effettuare il versamento presso l’Ufficio di Caritas diocesana

Via Puccini 36

aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.30

tel. 0573 359610 

 

Per maggiori informazioni

Segreteria della Caritas Diocesana

  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • telefono: 0573 359620

oppure scrivendo a

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pistoia, 25 maggio 2021

 

 

NOMI E COGNOMI DEI FIRMATARI

Adriano Elio Pacini

Aitanga Petrucciani

Alessandra Pastore

Alessandro Galardini

Angelo Raffaele Cutolo

Anna Turi

Beatrice Iacopini

Benedetta Rauty

Chiara Gherardeschi

Daniela Belliti

Donata Carradori

Elisabetta Fabbri

Laura Bonanno

Lia Luchetti

Luciana Santini

Marco Beneforti

Marco Gori

 Marco Landucci

Marco Martini

Mariangela Maraviglia

Mauro Banchini

Michela Pereira

Paola Bellandi

Paolo Tofani

Piero Bargellini

Roberto Giannini

Romilda Saetta

Selma Ferrali

Silvana Bianchi

Stefano Zamponi

Valdo Pasqui

Vanda Lelli

 

Letto 203 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici