Giovedì, 23 Novembre 2017 21:24

Un Karma Occidentale?

Scritto da 

Per la «Spiritualità senza Dio», diretta da Luigi Berzano, Ezio Albrile ha scritto un volume dal titolo «Un Karma Occidentale?». Nel seguito la descrizione (quarta e immagine di copertina).

Un Dio ormai lontano lascia spazi frattali a yoga e buddhismi eterogenei, canta Francesco Gabbani a braccetto di una scimmia: l’estraneo e l’inusuale riempie di stupore, ma si ferma lì.

Il divino si fa corporeità vissuta, eppure, come la sessualità, è capace di liberare energie intellettuali, dissolventi e trasformanti. È il dilemma di un Occidente alla ricerca di un «senso».

Un libro sull’inganno su cui fanno presa le nuove religioni, sul vuoto di un benessere evocato più volte: tutto ciò che abbiamo è un vuoto, un’autenticità sfuggente è dentro di noi e i desideri che abbiamo interiorizzato provengono da fuori.

Facendo un passo indietro per intendere ciò che il linguaggio ha scisso e le forme di vita ricompongono, c’è un universo mercantile di apostoli itineranti, gnostici, buddhisti, ermetici e manichei, raffigurante la continua ricerca di una pratica vagabonda per ottenere in premio merci rare e tesori spirituali.

Un’economia della salvezza che non si presta a ricette tranquillizzanti.

 

 

Letto 116 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici