Martedì, 04 Aprile 2017 10:47

Portfolio ragionato delle conferenze CISRECO di fine marzo 2017

Scritto da 

Il Centro Internazionale di Studi sul Religioso Contemporaneo (CISRECO) di San Gimignano ha promosso a fine marzo di questo anno la presentazione di due libri freschi di stampa. Qui di seguito, puoi leggere il testo a cura di Giuseppe Picone.

Portfolio ragionato delle conferenze CISRECO di fine marzo 2017 (versione PDF)

Protagonisti delle due opere due forti personalità della cristianità vissute a otto secoli di distanza l’una dall’altra. Ildegarda di Bingen e Padre David Maria Turoldo. Una badessa benedettina del XII secolo e un frate servita del secolo scorso. Cosa li unisce a parte la potenza della personalità e la straordinarietà della loro vicenda umana? Innanzitutto il fatto di essere persone consacrate. Quindi la fede determinata e tenace. Ancora la tendenza a vivere la stessa fede fortemente dentro se stessi e al tempo stesso la grandissima capacità di esternarla e di comunicarla. Tantissime altre sono le affinità. Ma un’altra ancora li avvicina e ce li fa amare ed è l’amore per il canto e per la poesia. In un ideale comune “table de chevet” sicuramente entrambi vi avrebbero posto il salterio. Ha fatto dunque bene il CISRECO di San Gimignano ad approfittare della recente uscita dei due libri che parlano di queste singolari personalità.

Mariangela Maraviglia fra Arnaldo Nesti e Riccardo Albani
Mariangela Maraviglia fra Arnaldo Nesti e Riccardo Albani

Mariangela Maraviglia in un volume densissimo di 448 pagine (imponente monumento risultato di anni di lavoro) ha raccontato la storia di Padre Davide, una esaltante vicenda che attraversa la storia d’Italia del secondo Novecento, narrando sì la storia di un prete e di un uomo ma anche quella di una intera nazione, la nostra. Il CISRECO di San Gimignano ha sempre avuto una particolare attenzione alle problematiche e ai protagonisti del dibattito religioso nella seconda metà del Novecento in Toscana in particolare ma anche in Italia e non solo. Padre Turoldo è uno dei protagonisti maggiori di tale dibattito (lui non disdegnava di chiamarla “lotta”). A partire dal suo impegno nella Resistenza, alla esperienza di Nomadelfia, alla Firenze degli anni lapiriani, al Concilio e il postconcilio, alle battaglie degli anni successivi. Padre Turoldo mise a disposizione di queste battaglie tutto se stesso con la predicazione, con la poesia, con il giornalismo militante, con la pratica quotidiana di prete e di uomo dedito agli ultimi e solo a loro.

La presentazione è stata introdotta da Arnaldo Nesti, direttore scientifico del CISRECO e da Riccardo Albani, politologo e studioso dei fenomeni religiosi.

Ne è scaturita una discussione nella quale la travagliata vicenda di Padre Turoldo “esule per decreto ecclesiastico” (sono testuali parole della Maraviglia) è apparso di volta in volta come politico (anche se sui generis), come predicatore, come poeta, come scrittore, come cineasta, ma soprattutto come “uomo di fede, uomo di Dio, amico di tutti gli uomini” (queste ultime le abbiamo prese dalla bella recensione al libro fatta da Enzo Bianchi su La Stampa).

Michela Pereira, una delle più grandi esperte a livello internazionale di Ildegarda di Bingen, ha presentato la sua ultima fatica sulla celebre badessa benedettina. Un libro che è al tempo stesso il distillato scientifico della grande mole di lavoro che la filosofa e storica pistoiese ha dedicato alla badessa in un quarantennio di frequentazione (ne è testimonianza il fortunato Meridiano mondadoriano curato insieme a Marta Cristiani e che ha avuto varie edizioni) e una sorta di rendiconto personale con l’opera e la fortuna della monaca renana.


Michela Pereira e Carolina Taddei

Michela Pereira, presentata con trasporto e simpatia da Carolina Taddei, Assessora alla Cultura del Comune di San Gimignano, ha fatto comprendere al pubblico presente, come l’opera scientifica di traduzione corretta e la esegesi profonda delle grandi opere lasciateci da Ildegarda la abbiano messa al riparo dalle varie mode che si sono susseguite di pari passo con la riscoperta della grandezza della badessa non solo per le azioni svolte nei tempi suoi ma anche e soprattutto per l’immensa mole di opere lasciateci spazianti dalla analisi dei testi biblici alla medicina alla musica.

Le due conferenze sono state introdotte dalla lettura di testi degli autori presentati e affidati come al solito alla valentia recitatrice di Emilia Picone.

Emilia Picone legge testi di Padre Turoldo
Emilia Picone legge testi di Padre Turoldo

 

Un’altra menzione merita il pubblico presente agli eventi.


Il pubblico

 

Giuseppe Picone

San Gimignano, 3 aprile 2017

Centro Internazionale di Studi sul Religioso Contemporaneo
C.P. 11 – Via San Giovanni, 38 – 53037 San Gimignano (SI) Tel.: 0577 906102
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Sito Internet: www.asfer.it

 

 

Letto 792 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti
In primo piano
Canali Tematici